Le Chiese di Piacenza

La città di Piacenza è ricca di numerose chiese che incantano i turisti con le loro leggendarie storie, le pregevoli architetture e le opere d'arte conservate al loro interno.

La principale è ovviamente il Duomo costruito tra il 1122 e il 1233 in due distinti momenti, prima in stile romanico e successivamente in quello gotico, caratteristico per la sua facciata a capanna, in elegante marmo ed arenaria, e per i maestosi portali a loggia riccamente decorati con elementi scultorei.
Oltre che per la sua maestosità, il Duomo di Piacenza incanta i visitatori per le tre navate che racchiudono grandiose opere d'arte, tra le quali ricordiamo quelle del Guercino, di Ludovico Carracci e di Camillo Procaccini.

L'antica Cattedrale di Piacenza (fino all'850) è stata la Chiesa di Sant'Antonino, eretta nel IV secolo e sottoposta a diversi rifacimenti nel corso della sua lunga storia. La Chiesa dedicata al patrono della città è venuta così a rappresentare l'originale combinazione di più stili che hanno reso unico il luogo in cui riposano le spoglie del Santo e nel quale sono stati firmati gli accordi preparatori della Pace di Costanza tra Federico Barbarossa e la Lega Lombarda.

Anche la Basilica di San Savino è il luogo in cui hanno trovato pace le reliquie di un protettore, nonchè secondo vescovo di Piacenza, e si fa ammirare dai visitatori per le sue numerose opere ed in particolare per i mosaici che ne impreziosiscono i pavimenti del presbiterio e della cripta, dove troviamo anche una suggestiva composizione raffigurante i mesi, i segni zodiacali e i mestieri.

Tra i luoghi di culto di Piacenza ricordiamo, inoltre, San Sisto, un grande insediamento benedettino risalente al IX secolo e profondamente riammodernato durante il Rinascimento nel quale è assai piacevole perdersi tra tempietti e navate, fra affreschi e sculture d'indubbio pregio, tra le quali una copia della Madonna Sistina di Raffaello.

L'icona della Madre di Gesù ci conduce alla Basilica di Santa Maria di Campagna, edificata nella prima metà del Cinquecento per accogliere la Madonna Lignea (detta "della Campagnola") alla quale erano attribuite virtù miracolose. Questa Chiesa in stile rinascimentale è ricca di numerosi affreschi del Pordenone, del Guercino, del Malosso e di tanti altri pittori che hanno messo il loro talento al servizio della gloria della città di Piacenza.

 

Navigare Facile